Città di Castello, lite violenta finisce a coltellate: in pericolo di vita 29enne, arrestato l’aggressore

E’ da un pò di tempo che Città di Castello vive momenti di forte tensione a causa di episodi violenti. Questa volta si è rischiato seriamente il morto: un giovane di 29 anni, originario dell’Ecuador, si trova in pericolo di vita e in prognosi riservata all’Ospedale di Città di Castello. E’ stato gravemente ferito con tre coltellate al petto e all’addome da un 25enne italiano, arrestato dai Carabinieri della compagnia tifernate. Il tutto è avvenuto nella notte tra sabato e domenica nel parcheggio Ferri vicinissimo all’ansa del Tevere. Secondo una prima ricostruzione sembra che la lite tra i due sia iniziata in un bar del centro con pugni e calci. Subito dopo è proseguita nel parcheggio dove la situazione è cambiata in peggio. Il 25enne italiano avrebbe tirato fuori un coltello colpendo almeno tre volte al petto e all’addome l’ecuadoregno. Sono immediatamente arrivati i Carabinieri e i sanitari del 118 che hanno prestato le prime cure e trasferito in codice rosso il 29enne in Ospedale. Nel frattempo l’aggressore si era allontanato ma è stato rintracciato dai militari dell’Arma a casa portando con se i segni della colluttazione. E’ stato arrestato e trasferito nel carcere di Capanne a Perugia. Il giovane ecuadoregno, invece, è stato sottoposto ad un primo intervento chirurgico ma le sue condizioni restano particolarmente gravi.