Fascicolo procura Perugia su imprenditore scomparso in Albania

PERUGIA – Anche la procura di Perugia si sta occupando della scomparsa in Albania di un imprenditore del settore dei cosmetici originario di San Giustino Umbro del quale non si hanno più notizie dall’inizio di gennaio. Vicenda dalla quale si parla sui giornali locali. Sull’indagine viene mantenuto il più stretto riserbo. Gli accertamenti vengono condotti in prima battuta dalla polizia e dalla magistratura albanese. Attraverso l’Interpol è stata interessata però anche la Procura del capoluogo umbro che – secondo quanto risulta all’ANSA – ha aperto un fascicolo e attivato la locale squadra mobile.
L’attenzione degli inquirenti è tra l’altro su un’auto trovata bruciata nel nord del Paese. Non è però chiaro se e in quale modo sia collegata con la scomparsa dell’imprenditore che si era recato in Albania per motivi di lavoro.

L’imprenditore scomparso è Davide Pecorelli, 45 anni. E’ noto per avere attività nel settore ricettivo, in quello dell’estetica e della parrucchieria nella zona tra l’Altotevere e la Valtiberina. Era andato in Albania ad inizio anno sempre per lavoro ma dallo scorso 7 gennaio non si hanno più sue notizie. Ma non solo. L’auto da lui noleggiata all’aeroporto di Tirana è stata ritrovata ai confini con il Kosovo bruciata. Al suo interno – secondo quanto riportato dai giornali locali – sembrerebbero essere stati ritrovati anche resti umani.