Dal 9 giugno Gubbio ospita la prima retrospettiva dedicata all’artista Nello Bocci

GUBBIO – Dal 9 giugno al 21 luglio 2019 Gubbio sarà sede della mostra “Bocci. Una porta aperta per aprire un pensiero libero”. Si tratta della prima retrospettiva dedicata a Nello Bocci (1945-2013), “cantore bilingue, capace di trascorrere senza difficoltà dalla figurazione all’astrazione, anzi capace di attivare due differenti registri espressivi e, all’occorrenza, di compenetrarli, di fonderli insieme”.

La mostra si articolerà in due sezioni, una ospitata presso la Sala dell’Arengo del Palazzo dei Consoli, dove verranno esposte le sculture, i pannelli decorativi e le ceramiche, e una nei locali della Biblioteca Comunale “Sperelliana”, dove si potranno vedere le grafiche, i disegni, l’oggettistica d’arredo e i prodotti confezionati per la vendita.
Un modo per far luce sugli oltre quarant’anni di attività di un protagonista della scena artistica eugubina e non solo, scena che ha saputo vivacizzare e rinnovare con un continuum di soluzioni e proposte molto differenziato, in cui la proiezione mentale sul futuro si salda però ogni volta con il concreto incontro con i materiali, le tecniche e gli strumenti del lavoro artistico, nella convinzione che la mano sia una finestra sulla mente e il primo strumento espressivo dell’artista: una porta per aprire un pensiero libero.
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail