L’azienda umbra Rampini fornitore dei bus a zero emissioni del progetto-pilota europeo “Life 3H” per il porto di Civitavecchia

L’azienda Rampini di Passignano sul Trasimeno, leader nella progettazione e produzione di mezzi speciali, bus urbani con particolari caratteristiche (elettrici e a idrogeno), fornirà autobus a zero emissioni nell’ambito del progetto europeo Life 3H (“Hydrogen demonstration in city, port and mountain area to develop integrated hydrogen valleys”).

Il porto di Civitavecchia sarà la destinazione di due bus da 8 metri alimentati ad idrogeno.

“Life 3H – ha sottolineato l’Ing. Fabio Magnoni, Direttore generale dell’azienda – è l’occasione per rendere sostenibili gli spostamenti nelle zone scelte come Hydrogen Valleys, al fine di ridurre l’impatto della mobilità sull’ambiente e sulla salute di tutti. Questo progetto pilota non avrebbe potuto che prendere forma in aree che hanno già ampiamente dimostrato la loro sensibilità verso l’ecosostenibilità. Per esempio il porto di Civitavecchia, un luogo simbolo della transizione verso una mobilità marittima a zero emissioni, ospitò infatti la prima nave a GNL del mondo e il primo traghetto zero emission in port. Oppure l’area di Campo Felice, che come la propria regione, l’Abruzzo, è una località montana profondamente coinvolta nel raggiungimento degli obiettivi prefissati in materia di energia e clima. Allo stesso tempo – prosegue l’Ing. Magnoni – Life 3H per Rampini segna la nascita effettiva del progetto idrogeno, che ci vedrà come l’unica azienda di costruttori italiani di autobus urbani a zero emissioni”.

 

Rampini

Forte di una storia cominciata nel 1945, Rampini è leader nella progettazione e produzione di mezzi speciali, bus urbani con particolari caratteristiche (elettrici e a idrogeno), che viaggiano sulle strade italiane e d’Europa. Gli autobus elettrici e a idrogeno per il trasporto pubblico urbano, a basso impatto ambientale, sono il fiore all’occhiello della produzione aziendale, nella quale rientrano anche veicoli elettrici per la raccolta e il trasporto di rifiuti urbani, attrezzature e mezzi per la difesa militare, kit di elettrificazione per veicoli di varia natura e dimensione. Sin dagli inizi, l’azienda di Passignano sul Trasimeno si è contraddistinta per il proprio know how a livello di progettazione, questo grazie ad un costante investimento in ambito di ricerca e sviluppo unito alla scelta di personale altamente selezionato e qualificato. Oggi è proprio lo studio e la progettazione per la mobilità elettrica a caratterizzare l’azienda, che è annoverata tra le prime in Italia nel settore della mobilità green.