Aeroporto S.Francesco,cinghiali in pista impediscono atterraggio. Passeggeri costretti a sbarcare a Fiumicino.

Un branco di cinghiali sulla pista dell’aeroporto San Francesco d’Assisi hanno procurato un vero caos .  I passeggeri imbarcati sul volo da Linate sono stati costretti, dopo un’ora di volo sopra la pista del nostro aeroporto,  a sbarcare a Fiumicino. L’aereo non e’ stato in grado di scendere con la conseguente decisione di dirottare su Roma. Non e’ andata meglio a coloro che erano in partenza da S.Egidio che, a quel punto, non essendoci l’aere0 disponibile sono stati fatti salire su un bus e portati a Linate. Una giornata drammatica con numerosi passeggeri imbufaliti. In serata la Sase, societa’ che gestisce l’aereoporto perugino, ha fatto sapere che il tutto e’ successo  per colpa della presenza di alcuni cinghiali, cosa ” piuttosto frequente in tutti gli aeroporti italiani”. Una volta liberata la superficie dalla presenza degli animali il problema era gia’ risolto” ( ci mancherebbe !!ndr). Per la Sase i ritardi successivi sarebbero avvenuti per colpa di una forte nebbia con visibilita’ inferiore ai 500 metri, condizione che, in particolare per lo scalo umbro, impedisce al comandante di atterrare.