Condannato per aver accoltellato l’ex fidanzata

GUALDO TADINO – Un nigeriano di 20 anni è stato condannato a quattro anni e dieci giorni di reclusione dal gup Lidia Brutti per l’aggressione violenta nei confronti della ex ragazza alla quale ha provocato lesioni gravissime, con l’aggravante dello sfregio permanente. Secondo la ricostruzione dei fatti, avvenuti lo scorso 22 marzo, l’imputato avrebbe accoltellato in mezzo alla strada la ex fidanzata che lo aveva da poco lasciato, sfregiandola al volto, con una cicatrice che probabilmente le ricorderà tutta la vita quel drammatico momento. L’imputato, difeso dall’avvocato Vincenzo Bochicchio, è stato giudicato con rito abbreviato e oltre alla condanna a quattro anni, è stato interdetto per cinque dai pubblici uffici e dovrà versare una provvisionale, immediatamente esecutiva, di 15mila euro nei confronti della ex fidanzata, costituitasi parte civile con l’avvocato Maurita Lombardi. Dopo averla picchiato i giorni prima della vicenda, il nigeriano ha usato ancora più violenza ferendo la donna in varie parti tra cui il viso. Il tempestivo intervento dei carabinieri riuscì a bloccare la fuga dell’uomo, rintracciato e catturato in prossimità della chiesa di San Rocco, poco distante dal luogo dell’aggressione. Subito sottoposto all’obbligo di dimora in un comune fuori dall’Umbria, è stato arrestato poco dopo per aver violato gli obblighi imposti dal giudice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.