“Operazione pusher”, raffica di arresti nel comprensorio

PERUGIA. – La Polizia di Stato sta eseguendo una vasta operazione antidroga contro lo spaccio di sostanze stupefacenti nei centri urbani e nei luoghi di aggregazione giovanile. Tale attività si inserisce in una più ampia strategia tesa a contrastare con maggiore incisività i reati di strada per dare un’efficacia risposta alla richiesta di tutela da parte dei cittadini.

L’operazione denominata Pusher vede oggi impegnate le Squadre Mobili di Ascoli Piceno, Avellino, Bergamo, Brindisi, Enna, Ferrara, Imperia, Livorno, Modena, Novara, Parma, Perugia, Pescara, Piacenza, Pisa e Prato, coordinate dal Servizio Centrale Operativo.

Si tratta di un’operazione a tappeto a cui collaborano anche altre articolazioni territoriali della Polizia di Stato, quali le Divisioni Anticrimine, i Reparti Prevenzione Crimine, Commissariati e Uffici Prevenzione Generale.

Fino a questo momento, a livello nazionale, sono stati arrestati 25 spacciatori (4 italiani e 21 stranieri) e di seguito gli ulteriori dati:

 11 persone deferite in stato di libertà (2 italiane e 9 straniere);

 6 sanzioni amministrative per violazioni alla normativa in argomento;

 sequestro dei seguenti quantitativi di stupefacente:

 123,56 grammi di cocaina;

 432,53 grammi eroina;

 323,28 grammi di hashish;

 867,15 grammi di marijuana;

 666,56 grammi di droghe sintetiche;

– misure di prevenzione: 144 avvisi orali, 61 fogli di via obbligatori, 2 ammonimenti e 7 daspo

La Squadra Mobile di Perugia, tra il 14 ed il 16 di febbraio, ha tratto in arresto 3 cittadini albanesi (due del ’92 ed 1 del ’91) e denunciato in stato di libertà altri due albanesi (rispettivamente del ’94 e del ’96) ed un algerino dell’86 per detenzione ai fini di spaccio.

Sono stati sequestrati 41,08 grammi di cocaina, 23,57 gr. di marijuana, 9,8 gr. di hashish e 16.06 grammi di MDMMA nonché danaro per € 7.705 da ricondurre alle attività di spaccio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.