Perugia, arrestato pusher del Palaevangelisti

PERUGIA – Vendeva hashish nel parcheggio del Palaevangelisti. Per questo un 46enne è stato arrestato per detenzione a fini di spaccio e trasferito a Capanne. La polizia si è accorta dei traffici dell’uomo durante un pattugliamento gli equipaggi delle Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine, verso le 12.30. Gli uomini notavano movimenti sospetti di due uomini all’interno di un’auto all’interno del parcheggio del Palaevangelisti; decidevano di identificarli. Alla vista della Polizia uno nascondeva qualcosa sotto il sedile, mentre l’altro iniziava a fornire improbabili giustificazioni sulla sua presenza.

I poliziotti decidevano di perquisirlo e gli trovavano un involucro di stupefacente, di tipo hashish di quasi 5 grammi. Nel frangente, l’altro, pensando di non essere visto, buttava qualcosa a terra, cercando di non farlo ritrovare. I poliziotti, che non lo avevano perso di vista, recuperavano  quello che era stato gettato, un involucro di sostanza risultata positiva ai cannabinoidi, di circa 30 grammi. L’uomo, un 46enne perugino, incensurato, non poteva che ammettere l’evidenza: aveva poco prima venduto per 30 € lo stupefacente all’acquirente, anch’egli quarantenne, per arrotondare lo stipendio che ogni mese riusciva a portare a casa come autista. I poliziotti decidevano di perquisire la sua abitazione, dove rinvenivano materiale per confezionare dosi, tra cui un bilancino di precisione, una somma di denaro di quasi 1500 €, panetti di hashish e marijuana, pronta per essere immessa sul mercato e alcune piantine, per un peso complessivo di quasi 150 grammi.  Il 46 enne è stato arrestato per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed associato al carcere di Capanne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.