Perugia, giovane ubriaco e senza biglietto inveisce contro i poliziotti che vogliono farlo scendere dal treno

PERUGIA – Ha aspettato il treno delle 23.18 di venerdì 23 dicembre diretto a Terni e, all’orario stabilito, si è presentato per salire sul convoglio. Ma l’uomo, un marocchino di 30 anni residente a Marsciano, è salito a bordo del treno con una bottiglia di vino in mano, in evidente stato di ebbrezza e, soprattutto, senza biglietto. Al momento del controllo dei titoli di viaggio, il giovane iniziava ad inveire contro il capo treno e, di fronte alle richieste di quest’ultimo di scendere per lasciar partire il convoglio, dava in escandescenza, affrontandolo con fare minaccioso e lamentandosi del fatto che gli stesse facendo perdere tempo.

Non potendo dare il via libera alla partenza ed il conseguente forte ritardo che il treno stava accumulando, il Capo Treno contattava il numero di emergenza. All’arrivo della Volante, il giovane veniva avvicinato dai poliziotti che tentavano di farlo scendere dal mezzo. Per tutta risposta il marocchino iniziava a proferire insulti anche all’indirizzo degli agenti e, per evitare di essere fatto scendere dal vagone, si aggrappava alla maniglia della porta dimenandosi nell’intento di sottrarsi ai poliziotti. La resistenza opposta costringeva gli operatori ad ammanettarlo, anche per consentire al treno di ripartire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.