Perugia, i carabinieri arrestano due pusher

PERUGIA – Continua incessante il duro contrasto all’attività di spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Carabinieri della Compagnia di Perugia, sia nell’acropoli cittadina sia nell’hinterlandperugino.

I militari appartenenti alla Stazione Carabinieri di Ponte san Giovanni, infatti, nelle ultimissime ore, durante un servizio antidroga, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, due cittadini albanesi, rispettivamente di 26 e 27 anni, entrambi incensurati, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arresto è scaturito da una vigile attività di osservazione dei movimenti dei predetti, grazie alla quale è stato possibile delineare con precisione orari e abitudini di vita dei due che, sorpresi durante un blitzall’interno della loro autovettura, sono stati controllati e, a seguito di perquisizione personale e veicolare, sono stati trovati in possesso di:

  • 24 (ventiquattro) involucri in cellophanetermosaldati contenenti complessivamente gr. 16 (sedici) circa di sostanza stupefacente del tipococaina;
  • 4 (quattro) telefoni cellulari, utilizzati per concordare appuntamenti con i clienti.

I due arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale Carabinieri di Perugia, in attesa della celebrazione del rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria inquirente.

Il Giudice monocratico, al termine dell’udienza, dopo aver convalidato l’arresto per entrambi, ha disposto l’espulsione dal territorio nazionale e, contestualmente, ha irrogato, a seguito di patteggiamento, la