Perugia, il localizzatore del tablet rubato conduce la polizia direttamente a casa del ladro

PERUGIA – Mentre faceva la spesa al supermercato ha ricevuto una telefonata. Si è così distratta e ha distolto l’attenzione dalla borsa che aveva lasciato nel carrello della spesa: il tempo di girarsi e ovviamente la borsa non c’era più. Dopo l’iniziale attimo di disperazione la donna ha chiamato la polizia riferendo che oltre ai propri oggetti nella borsa c’era anche il proprio tablet, al quale aveva applicato il programma di localizzazione. Il proprio smartphone le consentiva così di monitorarne il tragitto dal supermercato alla abitazione dove era stato velocemente portato. Strano a dirsi ma pochi minuti dopo la Polizia ha potuto accedere la condominio di Fontivegge interessato. Gli agenti, in poco tempo, hanno potuto verificare anche l’appartamento e sono entrati. All’interno un tunisino, già noto alle forze di Polizia: nell’appartamento parte della refurtiva, per la rimanente è stato sufficiente verificare nei contenitori della spazzatura sotto casa.

Il tunisino dovrà rispondere di ricettazione.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta