Spoleto, la Procura chiude le indagini sul buco di bilancio in Comune: 6 gli indagati

SPOLETO – La Procura di Spoleto chiude le indagini sul buco di bilancio e ne notifica l’avviso di conclusione  a sei persone: tre dirigenti e tre funzionari, iscritti nel registro degli indagati in quanto possibili responsabili del dissesto finanziario del Comune di Spoleto. Si completa dunque il quadro intorno all’ex direttore generale del Comune, Angelo Cerquiglini, già iscritto nel registro degli indagati.

Cerquiglini era fin qui l’unico indagato,  sotto inchiesta per falso ideologico in atto pubblico. Nel giugno 2013, durante un consiglio comunale, aveva ammesso l’esistenza di “crediti insussistenti”.  Il direttore fu rimosso dall’incarico, iniziò l’indagine anche grazie al pressing dei consiglieri della lista Rinnovamento e scattarono una serie di perquisizioni che fecero emergere come gli inquirenti si stessero concentrando sui residui attivi relativi a Ici e Tarsu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.