Todi, denunciato per possesso ingiustificato di arnesi da scasso

TODI – Se ne andava in giro con chiavi e grimaldelli. Per questo i carabinieri di Todi lo hanno denunciato alla procura di Spoleto per possesso ingiustificato di strumenti atti allo scasso.  L’uomo, che si aggirava con fare alquanto sospetto, nei pressi del Santuario dell’Amore Misericordioso di Collevalenza, veniva sottoposto ad accurato controllo da parte dei Carabinieri tuderti.

Dalla perquisizione personale, estesa all‘autovettura in suo possesso, sono stati trovati, ben nascosti, alcuni arnesi idonei allo scasso, tra i quali chiavi alterate e grimaldelli, nonché del nastro biadesivo, già tagliato e pronto all’uso. Tale materiale, infatti, veniva ritenuto dagli inquirenti idoneo alla commissione di furti di denaro, dall’interno delle cassette delle elemosine, in considerazione dei molteplici precedenti specifici in cui era incorso, in passato, il 46enne disoccupato e, pertanto, posto a sequestro. L’indagato, visto il suo modus vivendi, è stato anche proposto alla Questura di Perugia per l’applicazione della misura di prevenzione del divieto di ritorno, nel comune di Todi, per la durata di anni 3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.