Blitz della polizia a Città della Pieve, arrestati tre fratelli albanesi: sequestrati 1,5 kg di hashish e 300 grammi di cocaina

Approfittando della posizione geografica di Città della Pieve, in provincia di Perugia ma vicina al confine con quelle di Siena e Terni, nascondevano cocaina e hashish nel territorio di una cedendolo in una delle altre due per rendere più difficoltose le indagini. Così tre fratelli di orgini albanesi sono stati arrestati dalla squadra mobile di Perugia e portati in carcere questa mattina nell’ambito di una operazione antidroga coordinata dalla Procura della Repubblica di Perugia. Avrebbero spacciato importanti quantitativi di droga, cocaina e hashish, nei territori delle province di Perugia, Siena e Terni. E’ da quasi un anno che i poliziotti stavano tenendo sotto controllo i tre, inizialmente con pedinamenti e poi con il fermo di alcuni clienti che acquistavano da loro lo stupefacente. Le indagini si sono avvalse di sensori gps installati sulle auto dei tre, al fine di controllare tutti gli spostamenti e intercettare gli accordi con la fitta rete di consumatori.  Sono stati sequestrati 300 grammi di cocaina e 1,5 kg di hashish che veniva nascosto in casolari abbandonati.