Polemica Bori-Nardella sulle dimissioni da direttore generale della Usl Umbria 1. La verità dopo i ballottaggi

Da giorni si parla di presunte dimissioni dal ruolo di direttore generale della Usl Umbria 1 di Nicola Nardella. ” Saremmo al 21esimo dirigente sanitario che vuole dimettersi dall’incarico ” ha denunciato Tommaso Bori, consigliere e segretario regionale del Pd. Un fenomeno che l’Umbria non ha mai conosciuto in passato e che creerebbe ulteriori problemi al sistema sanitario regionale.  In questo caso ancora più difficile da spiegare agli umbri visto che il dottor Nardella è stato nominato da poco. ” Gli è stato chiesto di aspettare i ballottaggi, come se questo potesse aprire gli occhi ai cittadini sullo stato della sanità “, aggiunge Bori. Una denuncia che viene respinta da Nardella che trova ” fuori luogo certe affermazioni e soprattutto mi dispiace essere oggetto di strumentalizzazioni in un dibattito politico, essendo il sottoscritto un tecnico”. Poi aggiunge: ” Non è in previsione ad oggi nessuna dimissione dall’incarico”. Nardella chiede poi di “essere tenuto fuori dalla battaglia politica “. Chi ha ragione quindi ? Basta aspettare la fine del mese per sapere se la notizia rivelata da Bori sia fondata. Se però Bori dovesse avere ragione il dottor Nardella, persona sicuramente seria, dovrà chiedere scusa agli umbri e spiegare perché ha aspettato tanto tempo per annunciarle.