Todi, lo scrittore Jonathan Bazzi denuncia: “Io e il mio ragazzo abbiamo subito un episodio di omofobia”

E’ lo stesso Jonathan Bazzi, 37 anni. a denunciare su Twitter l’episodio di omofobia avvenuto nel centro di Todi mentre passeggiava con il compagno Marius. Era quasi l’ora di pranzo quando i due stavano passeggiando insieme ad una amica nel centro di Todi ed hanno incrociato due uomini più o meno quarantenni che camminavano con n bambino. Appena superati uno dei due ha dato di gomito all’altro accennando a “mosse inconfondibili”. Su Twitter Bazzi lo racconta così: “Il padre del bambino ferma tutti, sghignazzando con gli occhi esplosi dallo spasso chiede al figlio e all’amico di girare a guardarci per unirsi anche loro all’incontenibile sollazzo del contemplare due invertiti a passeggio”. Lo scrittore si è deciso a rivelare il tutto perché nel nostro Paese “un certo tipo di insensibilità sta per diventare istituzionale”. Al Corriere della Sera spiega che tra l’altro che lui e il suo compagno ” non si stavano baciando, non ci tenevamo nemmeno per mano”. Un episodio che lo ha amareggiato molto anche se le vacanze umbre continueranno perché l’Umbria è bella. Il suo compagno è di Marsciano anche se Bazzi sta in un B&B con i suoi due gattini perché la famiglia di Marius – nonostante “stiamo insieme da nove anni e mezzo, ancora non ha digerito la nostra storia. Lui quando torna qua si toglie lo smalto e gli orecchini