Orvieto, ultimo weekend tra gusto, arte e lavoro: atteso il grande pubblico

E’ atteso il grande pubblico per l’ultimo weekend della seconda edizione del progetto “Orvieto città del gusto, dell’arte e del lavoro”, promosso dal Gal Trasimeno-Orvietano, dalla Fondazione Cotarella e dal Consorzio turistico territoriale “Way of Life Orvieto”.Da venerdì a domenica, infatti, si intensifica il cartellone della manifestazione che proporrà tra i tanti eventi soprattutto workshop sulle opportunità lavorative per i giovani nell’ambito dell’enogastronomia, con particolare riferimento ai prodotti del territorio, esull’importanza della prevenzione nella cura dei disturbi del comportamento alimentare; inoltre, intriganti percorsi di degustazione di cibi e vini locali tra le vie della città e nei migliori ristoranti del centro storico tanto sabato quanto domenica. Tali eventi vanno a corroborare le “cene stellate” dei giorni scorsi e i due partecipatissimi momenti di approfondimento tenutisi sabato 24 e domenica 26 settembre quando, rispettivamente, si sono svolte una masterclass sul tema “L’olio extravergine di oliva: se lo conosci ti cambia la vita”, condotta da Nicola Di Noia, Direttore Generale di Unaprol e AD di Evooschool e una tavola rotonda moderata da Pino Strabioli con i produttori del Consorzio di Tutela Vini Orvieto sul tema “L’Orvieto allo specchio”. Nel fine settimana, invece, saranno tre i momenti di confronto (tutti ad ingresso gratuito) su argomenti di particolare attualità: si comincia venerdì 30 (ore 17, Museo Emilio Greco, piazza del Duomo) con la foodwriterFrancesca Romana Barberini che modererà il workshop intitolato “A tavola con la scienza: la salute dell’uomo passa anche dal legame con la natura e i suoi prodotti”, cui seguirà una degustazione di presidi Slow Food del territorio presso i Giardini dell’Opera del Duomo. Poi, sabato 1 ottobre (ore 11, stessa location), si parlerà di “Giovani, formazione ed enogastronomia come leve per lo sviluppo dei nostri territori” in un incontro moderato da Ruggero Parrotto, Direttore generale della Fondazione Cotarella. Nel pomeriggio interessante appendice sul tema (ore 17, Palazzo del Sette, corso Cavour 87) con la presentazione del libro “Volo AZ392 Roma/Stoccolma” con Terry Bruno, una delle autrici.

Infine, domenica 2 (ore 10.30, Palazzo del Capitano del Popolo, piazza del Popolo 1) Fondazione Cotarella, in collaborazione con Animenta e il Centro DCA Palazzo Francisci di Todi-Usl Umbria 1, punterà i riflettori sulla lotta ai disturbi del comportamento alimentare in una vera e propria “giornata lilla” (colore prescelto per sensibilizzare la cittadinanza) con il convegno “Alimentarsi di vita: il rapporto con l’ambiente, con la natura e con il cibo”, moderato dal critico gastronomico Paolo Vizzari, cui farà seguito nel pomeriggio (ore 16, Giardino dei lettori della nuova biblioteca pubblica “Luigi Fumi”, piazza Febei 1) un laboratorio di lettura a cura di Valentina Dallari, autrice dei libri “Non mi sono mai piaciuta” e “Uroboro”. Il lilla sarà anche il colore di sottofondo alla “Passeggiata con gusto” che dalle 12 alle 17 di sabato e domenica (giorni in cui tornerà pure il “Mercato contadino” di Campagna Amica da piazza Cahen a corso Cavour), un tour enogastronomico adatto a tutti gli amanti del buon vino, del cibo sano e del camminare all’aria aperta: cinque le tappe (Fortezza dell’Albornoz, Palazzo del Capitano del Popolo, Chiesa di Sant’Agostino, Palazzo Coelli e Palazzo Clementini) all’interno delle quali saranno presenti postazioni di degustazione e mostre mercato dei prodotti tipici del territorio, sia alimentari che artigianali con arte dell’intreccio, ceramica e merletti in bellavista.