Attigliano, 59 enne trovato morto con un coltello nel petto: indagano i Carabinieri

Tutte le ipotesi vengono vagliate dagli inquirenti, nessuna esclusa. Del resto la vicenda lo richiede con i Carabinieri del nucleo investigativo della Compagnia di Amelia che si coordinano con il sostituto procuratore della Repubblica di Terni, Barbara Mazzullo. Erano le undici passate di questa mattina quando è arrivata una segnalazione su un uomo morto , disteso a terra, nelle vicinanze del casello autostradale di Attigliano. L’uomo aveva un coltello conficcato nel petto.  Sul posto sono immediatamente intervenuti i Carabinieri della Stazione di Attigliano e della Compagnia di Amelia. La scena è sembrata subito quella di un omicidio , con il corpo dell’uomo a terra e il coltello nel petto. Con il passare del tempo però i Carabinieri hanno dato un nome e cognome alla vittima: si tratta di un 59 enne di origini albanesi, residente da poco nel comune di Attigliano. Sul posto è intervenuto anche un medico legale nominato dalla procura. Sembra però, dai primi accertamenti, emergere l’ipotesi di un suicidio. Pare – ma sono voci che provengono da ambienti familiari –  che l’uomo da alcuni giorni  aveva scoperto di avere una grave malattia.  Comunque il magistrato vuole vederci chiaro e attende la relazione del medico legale incaricato. Nel frattempo i Carabinieri hanno iniziato ad ascoltare, oltre ai familiari, anche amici e conoscenti del 59 enne per ricostruire non solo la vita dell’uomo ma anche gli ultimi movimenti e incontri avuti.