Epidemiologi, continua a migliorare situazione Covid in Umbria: inizia la riconversione negli ospedali

Continuano a migliorare in Umbria i principali indicatori dell’andamento della diffusione del Covid, con la curva che prosegue nella sua discesa. Secondo il report elaborato settimanalmente dal Nucleo epidemiologico regionale l’incidenza settimanale mobile per 100 mila abitanti al 24 maggio 2022 è pari a 386 casi, 134 in meno di sette giorni fa. L’ RDt – indice di contagio basato sulle diagnosi calcolato per gli ultimi 14 giorni – scende a 0,74 da 0,85. Secondo i dati – resi noti dall’assessorato alla Salute della Regione Umbria – c’è una diminuzione dell’incidenza settimanale in tutte le classi di età. Tutti i distretti sanitari, eccetto Narni-Amelia, hanno un’incidenza inferiore a 500 casi per 100 mila abitanti. Il report evidenzia come – anche questa settimana – sia in diminuzione l’impegno ospedaliero regionale. Rispetto alla settimana precedente infatti, si osserva una diminuzione dei posti letto occupati da pazienti positivi. La Regione sottolinea che i dati permettono di continuare l’attività di riconversione dei posti letto Covid in “bianchi”. Il commissario della Regione Umbria per l’emergenza, Massimo D’Angelo, l’ha quindi disposta per quattro posti letto di terapia semi intensiva, 10 di area medica e 4 di terapia intensiva dell’Azienda Ospedaliera di Perugia.