Carlotta era una ragazza solare e piena di vita. Il ricordo del preside della scuola Giordano Bruno e degli insegnanti.

Ha sconvolto la città e la comunità scolastica del Giordano Bruno di Perugia, dove la giovane studiava , la notizia della morte  di Carlotta Martellini, la ragazza residente vicino a Perugia rimasta vittima di un incidente stradale all’alba  di giovedì 23 luglio in Grecia, a Mykonos. La ragazza , di 18 anni da poco compiuti,  aveva passato lì alcuni giorni di vacanza  assieme ad un gruppo di amiche. Il dirigente scolastico  dell’istituto  Giordano Bruno di Madonna Alta, Giuseppe Materia, ha detto all’ Ansa  di ” aver dato disposizione, come scuola, di manifestare la nostra piena solidarietà  di fronte ad un evento così tragico per tutti, per i compagni e la comunità scolastica del Giordano Bruno nel suo complesso “. I docenti della studentessa nel parlare con il preside, hanno raccontato di una ” ragazza solare, piena di vita”.  Carlotta aveva frequentato il quarto anno all’indirizzo linguistico.  ” Non so quando ci sarà il funerale, ha aggiunto il preside Matera,  ma come scuola , io personalmente e una delegazione, saremo presenti, su questo non ci sono dubbi”. L’ incidente, su cui sta indagando la Polizia greca , si è verificato sulla strada provinciale Agios Stefanos- Fanari. Lì le due jeep scoperte su cui viaggiavano le ragazze, sono finite fuori strada piombando su una scogliera.  Fatale l’impatto per Carlotta, che si trovava sul sedile posteriore di una delle due vetture. Un’ altra ragazza perugina è  rimasta ferita. Carlotta e la sua famiglia abitava a San Mariano di Corciano. E proprio il Sindaco Cristian Betti  ha parlato di ” un colpo al cuore per tutta la comunità  corcianese “. Molti hanno manifestato  cordoglio anche via social, in particolare su Instagram dove la ragazza in questi giorni ha raccontato , con varie storie, la vacanza terminata in tragedia. Il Comune di Corciano ha avuto contatti con l’ Ambasciata italiana in Grecia mettendosi a completa disposizione per dare supporto nella gestione delle procedure  previste in queste situazioni.