Corre il contagio in Umbria: 768 nuovi casi. Altri 11 morti e più ricoveri.

I dati di oggi –  giovedì 5 novembre 2020 –  ci mostrano come in Umbria il contagio cresce in fretta e in modo incontrollato. L’ormai noto indice Rt (1,67), l’aumento di tamponi positivi e la scarsa tenuta del sistema di tracciamento dei contatti rappresentano evidenti punti di debolezza per una Regione che rischia segnali di sovraccarico dei servizi assistenziali, senza la possibilità di tracciare l’origine dei nuovi casi. In Umbria i nuovi infettati sono addirittura 768, la percentuale dei positivi sulla base dei tamponi eseguiti (4.768) è pari al 16,10% ( ieri era del 12,44%). Numeri assai allarmanti, anche in termini assoluti per una Regione con poco più di 800 mila abitanti. Ecco in sintesi i dati più rilevanti che emergono dal bollettino di oggi:  768 nuovi casi , 11 pazienti deceduti, 13 ricoveri in più negli ospedali e 8.394 persone attualmente positive. Altri 11 decessi , per un totale che sale a 165. Le 11 vittime sono di Perugia (6), Terni (2), Castel Giorgio, Castiglione del Lago e Valfabbrica.

I NUOVI POSITIVI DI OGGI –  168 Perugia, 118 Terni , 41 Assisi, 27 Orvieto,  26 Bastia Umbra, 24 Corciano, 24 Spoleto , 21 Marsciano , 20 Todi ,  19 Foligno ,  18 Città di Castello, 17 Gualdo Tadino, 17 Narni , 13 Gubbio , 10 Umbertide, 10 Magione ,9 Giano dell’Umbria , 9 Castiglione del Lago , 9 Trevi , 7 Deruta , 6 Collazzone, 6  Spello , 6 Valfabbrica , 6 Torgiano, 6 Panicale, 6 Fossato di Vico , 6 Collazzone , 5 Cannara, 5 Acquasparta , 5 Amelia,  5 Bettona, 5 Stroncone , 4 Alviano, 4 Bevagna , 4 Massa Martana, 4 Montecastrilli , 4 Norcia , 4 Passignano sul Trasimeno, 4 Sigillo, 3  Cascia ,  2Baschi, 2 Fabro , 2  Montefalco, 2 San Gemini , 2 Sant’Anatolia di Narco ,  1 Tuoro sul Trasimeno, Scheggino, Scheggia, Preci, Campello sul Clitunno, Castel Viscardo, Città della Pieve, Gualdo Cattaneo, Guardea, Lisciano Niccone, Lugnano in Teverina, Montefranco, Monteleone di Spoleto.

PAZIENTI RICOVERATI NEGLI OSPEDALI –  Sono 369 (+13)  i pazienti positivi ricoverati negli ospedali della regione, di cui 50 (+1) in terapia intensiva. A Perugia ci sono 118 ricoverati, di cui 21 (+1) in terapia intensiva; a Terni i ricoverati sono 106 (+3), di cui 18 in terapia intensiva (+1); Spoleto 47 sono i pazienti ricoverati (+9), di cui 5 in terapia intensiva; a Pantalla sono 39 i ricoverati, nessuno in terapia intensiva; a Città di Castello sono 35 i pazienti ricoverati (-1), di cui 6 in terapia intensiva (-1); a Foligno 24 sono i ricoverati (+2), nessuno in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono attualmente 9.305 persone (+393).

Sono tutti dati in aumento costante che dimostrano la forte difficoltà nel tracciare in modo completo le catene di trasmissione con il conseguente aumento dei casi al di fuori di focolai definiti. Purtroppo il contact tracing è in forte ritardo. Oggi la situazione è peggiorata.