Covid-19, quattro positivi da Cucinelli su 1.200 dipendenti. Tutti asintomatici.

E’ finito lo screening completo sui lavoratori della Brunello Cucinelli spa. Uno screening  che rientra nel progetto di ricerca messo in piedi dall”Azienda di Solomeo con l’Università degli Studi di Perugia e la Asl 1. Un progetto – commenta Cucinelli – che ” ci ha permesso di ritornare al lavoro con meno apprensione, dopo un lungo caratterizzato da angoscia, paura e speranza “. Il test sui dipendenti ha consentito  di scoprire 4 positivi asintomatici, tutti sotto i 35 anni. Lo studio prevede due fasi: l’esecuzione di tamponi e test sierologici all’inizio e monitoraggio periodico sino alla fine dell’emergenza sanitaria. ” E’ stato evitato – dichiara la Professoressa Antonella Mencacci  che coordina il progetto – la trasmissione del virus non solo nell’ambiente di lavoro, ma anche in ambito familiare e nella comunità”.  I prelievi vengono eseguiti in azienda da medici competenti e le analisi nel laboratorio di microbiologia dell’Università. Il pronto isolamento dei positivi evita la trasmissione. ” Abbiamo anche individuato – continua la Professoressa Mencacci –  alcune persone negative al tampone ma positive al test sierologico, indice di un pregresso contatto con il virus “.  Per il Rettore dell’Università degli Studi di Perugia Maurizio Oliviero si tratta di “un virtuoso esempio e un contributo fondamentale per sostenere la cultura della collaborazione tra Università pubblica e privato “.