L’assessore Coletto: ” Nessuna privatizzazione “. Approvato potenziamento rete ospedaliera.

” Non abbiamo intenzione di privatizzare la sanità e quello che è stato fatto in Veneto lo dimostra. Nei primi mesi del 2021 potremmo preadottare il nuovo Piano socio sanitario”, lo ha annunciato l’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto intervenendo oggi al Consiglio Regionale. Nel question time ha infatti risposto ai consiglieri Vincenzo Bianconi (Misto), Tommaso Bori ( Pd) e Thomas De Luca (M5S) che hanno presentato un’interrogazione per sapere quando la Giunta “emanerà il nuovo piano sanitario regionale “. Per Bianconi ” i lavoratori che sono qui fuori , riferendosi alla manifestazione davanti a Palazzo Cesaroni di medici e infermieri,  chiedono un Piano di riorganizzazione del sistema sanitario, per un’Umbria che guarda al futuro”. Coletto ha replicato spiegando che si stanno ” verificando condizioni e strutture della sanità umbra per poi incontrare i portatori di interessi e cercare di raccogliere le indicazioni emerse ” .Poi lo stesso Coletto ha detto di aver incontrato i lavoratori di Umbria salute: ” Cercheremo – ha spiegato l’assessore alla sanità – di trovare una soluzione, nel rispetto delle norme e della pianificazione “. Nella giornata di oggi il Consiglio Regionale ha approvato , a maggioranza , il piano di potenziamento della rete ospedaliera conseguente all’emergenza Covid-19. Hanno votato a favore tutti i gruppi di centrodestra mentre l’opposizione ha votato contro. E’ stato bocciato l’emendamento del centrosinistra  che chiedeva di stralciare dal testo la parte relativa all’Ospedale da campo (12 no, 8 si).