Perugia, balli e bevande senza mascherina e distanziamento: chiuso locale etnico a Fontivegge

Erano più di 80 a ballare e consumare bevande senza mascherina e distanziamento, come se nulla fosse. Senza rispettare le più elementari norme anti-Covid , senza temere possibili contagi e controlli.  Ma, durante la notte tra sabato e domenica,  si è presentata all’improvviso la polizia municipale insieme ai tecnici dell’Ufficio controlli commerciali del Comune di Perugia. Un blitz che ha colto di sorpresa i partecipanti che improvvisamente sono stati costretti a fare i conti con gli agenti della municipale.  Un controllo inaspettato, che ha portato alla luce una serie di violazioni. E’ successo a via Fontivegge 31, zona difficile della città capoluogo di regione.  Zona non sempre sicura, che fa fatica a recuperare un profilo sociale accettabile. Alla fine dei controlli sono stati messi i sigilli ad un locale etnico, con la sospensione dell’attività per cinque giorni. Oltre alla chiusura del locale, per il gestore anche una sanzione di 400 euro. Apprezzamento è stato espresso dall’assessore  Luca Merli, dal Sindaco Romizi e da tutta l’amministrazione comunale di Perugia ” per la continua attenzione della polizia locale in particolare nel quartiere di Fontivegge”.