Perugia, calci alla nonna e coltello contro la mamma: arrestato 33 enne dalla Polizia.

Addirittura un coltello contro la mamma, dopo aver preso a calci l’anziana nonna.  Una intera famiglia minacciata, terrorizzata  e in preda al panico. Una nonna spaventata e impaurita, il nonno anziano sconvolto e genitori impotenti.  Un grande senso di disperato avvilimento che per mesi ha tenuto sotto scacco una intera famiglia. Referti medici che hanno documentato la violenza subita nel tempo, denunce presentate nella disperazione.  E’ tutto finito ieri l’altro quando i poliziotti della Questura di Perugia lo hanno arrestato dopo gli ultimi episodi di violenza. L’ultimo è quello che ha convinto la Polizia a procedere immediatamente. Il 33 enne è arrivato all’improvviso a casa, prima ha aggredito la nonna con diversi calci. La mamma ha cercato di fermarlo, si è messa in mezzo, a quel punto il figlio ha reagito puntandole contro un coltello. Voleva – come spesso è avvenuto – i soldi per comprare la droga. Sempre soldi per droga e alcol, con le buone o cattive maniere. Non si faceva scrupoli.  Poi per un paio di giorni è stato fuori di casa ma con messaggi vocali continuava a mandare minacce pesanti. A quel punto il padre si è recato in Questura facendo ascoltare alla Polizia i tanti messaggi vocali e ha raccontato anche gli ultimi episodi. Sono scattate immediatamente le ricerche del 33enne , è stato ritrovato al volante di un’auto nella periferia di Perugia, era completamente ubriaco.  Nella sua auto la Polizia ha trovato un coltello. E’ stato arrestato.