Affitti, Perugia la più conveniente d’Italia: prezzi in calo, tirano bilocali e trilocali, meno i monolocali

PERUGIA – Ai perugini piace sempre meno il monolocale in affitto: nei primi nove mesi del 2014, infatti, c’è stata minore richiesta per questa tipologia d’immobile che ha spinto verso il basso i canoni di locazione (-11,3%).   A registrare questa tendenza è il Rapporto sulle locazioni 2014 realizzato da Solo Affitti, il franchising immobiliare specializzato nella locazione con 340 agenzie di cui 40 in Spagna (http://www.soloaffitti.it), con il supporto scientifico di Nomisma. Solo a Venezia i prezzi d’affitto dei monolocali sono calati di più (–14,8%) a fronte del –4,3% in Italia.

I prezzi d’affitto sono diminuiti per tutte le tipologie di appartamento nel capoluogo umbro, dai bilocali (–6,4% contro il –0,8 in Italia) ai trilocali (–5,2% a fronte del -1,2% a livello nazionale) fino ai quadrilocali (–2% contro il –0,8% in Italia), posizionando Perugia tra le città dove si è registrato il decremento maggiore dei canoni di locazione (-5,6%). In un panorama nazionale di arretramento contenuto (-1,6%) dei prezzi d’affitto nel 2014 ci sono ancora città che, come Perugia, registrano cali sostenuti proseguendo la caduta generale dei due anni precedenti (2012 e 2013). Le flessioni maggiori, vicine alla doppia cifra, sono state a Bari e a Venezia (Mestre), rispettivamente -9,8% e -7,7%, seguite da Roma (-5,5%), Genova (-5,4%) e Potenza (-5%). Nel segno della stabilizzazione gli affitti a Trieste (-2,6%), Cagliari (-2,4%) e Aosta (-1,9%). In risalita i canoni a Milano (+6,7% per effetto dell’Expo) e Catanzaro (+4,5%). Situazione quasi invariata a Campobasso (-0,5%) e Palermo (+1%).

Secondo il Rapporto sulle locazioni 2014 di Solo Affitti, Perugia è il capoluogo di regione dove costa meno prendere casa in affitto: in città bastano 363 euro, quasi 150 in meno rispetto ai 507 della media nazionale. Un trend che si conferma sia per le abitazioni con garage (396 contro 562 euro in Italia) che per quelle arredate (396 contro 545 euro). Milano e Roma si confermano le città più care, rispettivamente con 894 e 827 euro, seguite da Firenze (624 euro), Venezia (554 euro), Napoli (514 euro) e Bologna (509 euro). Gli alloggi in affitto più economici si trovano a Catanzaro (379 euro), Potenza (399 euro), Campobasso (401 euro) e Genova (430 euro).

I perugini si confermano fra i locatari più insofferenti anche nel 2014: resistono appena 18 mesi nello stesso appartamento, preceduti soltanto da cagliaritani (12 mesi) e baresi(15 mesi), contro una media italiana di 25,4 mesi. Tra gli inquilini più “fedeli” ci sono trentini (48 mesi), napoletani e aostani (36 mesi ciascuno).

A cercare casa in affitto a Perugia sono soprattutto coppie con e senza figli (rispettivamente il 40,5% e il 34,5% del totale) che si orientano su bilo (39,4% delle richieste) e trilocali (36,3%) specialmente nelle zone centrali e in periferia.

Perugia è fra i capoluoghi di regione dove si registrano più lavoratori in trasferta (42,5% del totale, quasi il doppio del dato nazionale di 25,1%). I perugini che prendono in affitto un appartamento come abitazione “principale” sono la maggioranza (45% contro il 50,3% in Italia) mentre gli studenti fuori sede sono poco rappresentati (12,5%, quasi la metà del dato nazionale di 22,9%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.