Alemanno nell’occhio del ciclone: sotto osservazione il rapporto del Comune con Bcc

NORCIA – Corruzione, peculato e turbativa d’asta. Sono questi i reati su cui si starebbe muovendo la procura nei confronti del sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, e nei confronti di alcuni dirigenti del Comune e della Bcc. Il quadro è ricostruito in un pezzo de La Nazione dell’Umbria, con i nomi anche di quelli che sarebbero gli indagati: insieme ad Alemanno ci sarebbero, come dice il quotidiano umbro, il presidente di Bcc di Spello e Bettona Massimo Meschini, il dirigente del comune Loretta Marcucci e Maurizio Carnevale che è vicedirettore della banca.

Vengono contestati i rapporti del sindaco e del Comune con la banca. Il problema è l’autorizzazione in deroga per un container che era sede della banca. Ma anche il servizio tesoreria del Comune assegnato a Bcc, l’unico istituto ad aver presentato un’offerta nella gara, senza però aver versato il conseguente contributo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta