Assemblea legislativa, ok al rendiconto 2016: cala la spesa per le indennità dei consiglieri

PERUGIA – La Prima commissione del consiglio regionale ha approvato il rendiconto finanziario 2016 dell’Assemblea legislativa, che ammonta a 23 milioni 725 mila euro. Rispetto all’anno precedente – riferisce un comunicato del consiglio – il documento registra una diminuzione della spesa per le indennità dei consiglieri, per il funzionamento della struttura, per i gruppi consiliari, e un aumento di quella per i vitalizi. Le spese che incidono maggiormente sul bilancio dell’Assemblea legislativa – spiega il comunicato – sono quelle per l’indennità agli amministratori regionali, il ripiano per l’erogazione degli assegni vitalizi, i contributi ai gruppi consiliari, il funzionamento e il personale. Ci sono poi il funzionamento dell’Isuc (250 mila), del Centro Studi Giuridici e Politici (41 mila 833) e del Cal (146 mila).

La spesa per l’erogazione dei vitalizi agli ex consiglieri nell’anno 2016 è stata di 3 milioni 827 mila euro, cui vanno aggiunti 273 mila euro di Irap. L’andamento percentuale della spesa dell’Assemblea legislativa nel periodo 2012-2016 fa registrare una riduzione delle uscite per indennità dei consiglieri (-39,5 per cento), dei contributi ai gruppi consiliari (-30,4 per cento), per funzionamento (-43,4 per cento) e personale (-13,5 per cento) e un aumento delle uscite per il ripiano degli assegni vitalizi (+33 per cento). Relatrice in aula dell’atto sarà la presidente dell’Assemblea, Donatella Porzi.

Nel corso della seduta di commissione è stato ricordato che questo rendiconto è il primo a riscontrare gli effetti della riduzione da 30 a 20 dei consiglieri regionali, avvenuta nel passaggio dalla nona alla decima legislatura, nel maggio 2015, con la spesa per le indennità erogate che risulta diminuita di 646 mila euro rispetto all’anno precedente. La gestione del bilancio dell’assemblea legislativa per l’esercizio finanziario 2016 si chiude con un saldo positivo di 5 milioni 166 mila euro.
Le entrate accertate nell’esercizio finanziario 2016, escluse le partite di giro, ammontano a 19 milioni 304 mila euro, provenienti al 98 per cento dal trasferimento di fondi regionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.