Assisi, artigiano “si dimentica” di presentare la dichiarazione dei redditi. Evade circa 1 milione di euro

ASSISI – Aveva attrezzato il suo capannone con macchinari e 5 dipendenti. Aveva intorno a sè un’ampia clientela che veniva quotidianamente soddisfatta per la realizzazione di cancelli, infissi ed armature in ferro.

Il capannone in zona industriale Santa Maria degli Angeli, è stato preso di mira dalla Guardia di Finanza. Il proprietario da ben 6 anni, aveva “dimenticato” di presentare le prescritte dichiarazioni dei redditi e di versare quanto dovuto, occultandosi abilmente all’Erario.

Soltanto a seguito di un’intensa attività di controllo economico del territorio, infatti, combinata con l’incrocio delle risultanze delle banche dati in uso al Corpo, è stato possibile per i militari della Tenenza accertare che, a celarsi dietro ad una partita iva accesa a nome di un’insospettabile anziana, vi fosse proprio l’attività svolta dall’ imprenditore.
La ricostruzione del reale giro d’affari conseguito dalla ditta artigiana, resa
difficoltosa dalla totale assenza di documentazione contabile, ha consentito agli uomini della Guardia di Finanza di Assisi di quantificare in circa un milione di euro l’entità dei ricavi che dovevano essere contabilizzati e sottoposti a tassazione.
Per la gravità delleviolazioni constatate, i Finanzieri hanno denunciato l’imprenditore alla Procura della Repubblica di Perugia poiché l’entità
dell’imposta evasa ha superato la soglia di punibilità richiesta dalla
normativa penale tributaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.