Assisi, Stefania Proietti firma la notifica della nomina a sindaco e invita Hillary Clinton

ASSISI – Un possibile Presidente donna degli Stati Uniti ad Assisi? «Credo proprio di sì» – ha risposto Stefania Proietti, il neo sindaco di Assisi -. Proietti lo ha detto oggi durante la notifica della nomina a sindaco della città di Assisi, avvenuta al palazzo comunale della città insieme ad alcuni funzionari, amici e al marito e al figlio Giovanni Paolo. «Abbiamo cominciato ad invitare dei sindaci di città importanti che sono gemellate. La coincidenza di un possibile presidente donna, primo nella storia, con il primo sindaco di Assisi, ci auguriamo che la futura presidente degli Stati Uniti non rinunci a questo invito». Alla domanda si comincia da quando? Da subito o da ieri? Il neo sindaco ha risposto: «Si comincia da ieri con tanto entusiasmo con delle persone intorno sorridenti entusiaste e questo è veramente bello».

Stefania Proietti ha firmato (6)Comporre l’esecutivo per Stefania Proietti non sarà un pensiero, anzi tutt’altro «mi mette più entusiasmo perché la giunta sarà il pool di persone che insieme a me andrà a fare il governo di questa città per 5 anni. Questo – ha aggiunto – richiede un’attenta analisi che deve essere fatta a tavolino con tutta l’attenzione necessaria perché questo pool di persone poi deve lavorare in maniera affiatata e deve lavorare tanto per dare il meglio per questa città per i prossimi 5 anni. Ci prenderemo il tempo necessario per dare alla città il migliore risultato possibile».

Stefania Proietti ha firmato (7)Tra i candidati a consigliere la neo sindaco ha avuto questi grandi campioni di voto: «Sono campioni di vita – ha evidenziato Proietti – perché il voto ha sancito l’apprezzamento di una vita dedicata alla città, al servizio in altro ambito. Queste persone che oggi si rimettono al servizio della città sono stati premiati dai loro concittadini con la fiducia, quella fiducia che vogliamo dare, anche scegliendo la giunta più adatta per questa città».

Stefania Proietti ha firmato (12)Domani sera, 22 giugno, come accade da secoli, ad Assisi ci sarà la Festa del Voto e avverrà il primo incontro istituzionale della città e con una parte, quella cattolica, che ha affiancato Stefania Proietti: «Non poteva esserci occasione migliore, perché in questa ricorrenza c’è una simbologia fortissima. La città che ringrazia le Clarisse per aver cacciato il pericolo tanti anni fa. Noi – ha concluso – crediamo nella sinergia delle tante preziose realtà assisane per portare la città sempre più in alto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.