Assisi, Stoppini contro Ricci: “Risolleviamo la città dalla mala gestione”

ASSISI – L’ex sindaco Ricci incalza l’amministrazione sui varchi elettronici e il vicesindaco Walter Stoppini risponde per le rime, ricordando che Ricci votò i varchi, che poi non entrarono mai in funzione, lasciando il centro della città invaso dalle auto. “Come fa Claudio Ricci a dimenticarsi di aver  introdotto lui stesso i varchi elettronici (con delibera di Giunta n.93 del 20 aprile 2012 e per un costo totale di 300.000 euro) misura confermata dal suo successore Lunghi?”.

“Come ha potuto permettere che il centro storico di una città membro dell’associazione città Unesco italiane (associazione che peraltro ha presieduto) fosse invasa dalle auto? Come mai le tecnologie sofisticate di controllo del traffico di cui parla non furono adottate mentre era sindaco? Non ci sembra che con l’accesso selvaggio al centro storico (caratteristico della gestione Ricci, governo  – ahimè – per certi versi indimenticabile) si sia fatto crescere il numero dei residenti e il giro d’affari dei commercianti, anzi: in questi anni di sindacatura Ricci proseguita con il ff Lunghi tutti concordano circa l’impoverimento di una città che merita -ed avrà- un destino migliore”.

“Dopo il malgoverno Ricci degli ultimi anni, con l’ex sindaco che ha concesso tanto e troppo a scopo elettorale pur di approdare in Regione, ci sembra che adesso il tentativo maldestro sia quello di ricostituirsi un titolo ed una credibilità fra gli assisani.  Che invece non solo non sono stupidi, ma hanno anche buona memoria. Con la regolamentazione del traffico non intendiamo fare barricate ma cercare una soluzione che sia la più condivisa possibile insieme a residenti e attività economiche, rendendo la città attrattiva sia per chi la vive che per chi la visita. Per questo invitiamo i cittadini a partecipare all’incontro sul tema martedì prossimo 6 febbraio alle 18 alla Sala degli Emblemi. Onestà, partecipazione e interesse del bene di Assisi: queste sono le nostre priorità, per risollevare la città dalla mala gestione della quale Ricci è il primo imputato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.