Quattromila studenti umbri in piazza, a Terni la vicenda Ast “irrompe” sul corteo

La manifestazione era in programma già da qualche giorno, ma la vertenza Ast ha fatto “irruzione” prepotentemente sull’iniziativa della “Rete degli studenti medi” ternani.

Questa mattina 2000 ragazzi a Terni si sono ritrovati in piazza e hanno affiancato alle loro rivendicazioni, la solidarietà e l’appello forte per i lavoratori dell’Ast. Al grido: “Se ce la togliete (l’Acciaieria ndr), ci togliete il futuro” gli studenti hanno dato via al corteo che si è snodato lungo le vie del centro cittadino: da via Battisti, a via Primo Maggio, da Corso Tacito a via Roma per finire alla Passeggiata. Quella di Terni si affianca alle altre manifestazioni studentesche organizzate in oggi in tutt’Italia contro il nuovo patto scuola. Anche a Perugia, così come nella città dell’Acciaio, sono stati 2000 gli studenti a scioperare contro la riforma della scuola.

“Una riforma – spiegano gli studenti ternani – che prevede il finanziamento dei singoli istituti da parte di enti privati, l’incremento del potere decisionale del dirigente nei consigli d’istituto. Le modifiche che vengono fatte alla scuola pubblica da circa vent’anni a oggi sono caratterizzate – continuano i ragazzi – da una politica sempre più tesa al mondo del privato piuttosto che del comune, sempre meno sociale e sempre più egoistica”.

Quella di oggi, però, non è una manifestazione come tante, non solo perché i ragazzi sono scesi in campo anche a sostegno degli operai dell’Ast, ma anche perché hanno accompagnato lo sciopero da una serie di iniziative che si tengono per tutta la giornata alla Passeggiata. “Il senso dell’evento – spiega in una nota Marianna Falomi, di “Altrascuola rete degli studenti medi Terni” – è quello di mostrare la “grande bellezza” della gioventù ternana che si esprimerà in tutte le sue sfaccettature. Infatti sono stati organnizzati rappresentazioni teatrali, concerti acustici di band ternane, flash mob, esposizioni artistiche di quadri e foto di giovani studenti, reading di poesie, dibattiti e installazione di stand di varie associazioni culturali. L’evento è patrocinato dal Comune ed organizzato con la collaborazione di vari enti e si prolungherà per tutto il giorno, fino alla sera che verrà a chiudere il tutto il famoso rapper della Machete Mudimbi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.