Bevagna, il bilancio di un anno e mezzo di mandato: ambiente, sicurezza e sviluppo le priorità

BEVAGNA – Giovedì 14 e venerdì 15 dicembre il sindaco Annarita Falsacappa, insieme agli assessori, ha dato appuntamento alla cittadinanza per presentare loro quanto realizzato in questo primo anno e mezzo di mandato e i progetti in fase di realizzazione, discutendo insieme ai presenti le urgenze per il futuro. Due incontri significativi, il primo nella frazione di Cantalupo e il secondo a Bevagna, che hanno mostrato la logica con cui l’Amministrazione comunale ha deciso di muoversi verso la comunità: partire dal confronto per stilare insieme quelle che sono le priorità per il territorio su cui è necessario agire. Uno sguardo a quanto c’era da fare e a quanto in questa prima fase è stato già fatto (senza tralasciare quanto ancora c’è da fare). Di primaria importanza la messa in sicurezza delle scuole, tra le impellenze la parziale inagibilità della scuola di San Francesco (approvato un finanziamento di 1.500.000 euro) , la messa in sicurezza della scuola media di San Filippo (900 mila euro più 45 mila euro tra ristrutturazione della chiesa e ripristino degli intonaci) quella di Cantalupo (contributo di 120 mila euro) e il progetto del nuovo polo scolastico antisismico (grazie allo School Bonus raccolti i fondi necessari alla realizzazione e il 12 dicembre scorso è stata firmata la convenzione da parte del sindaco e della dirigente scolastica).

Importante la nota riguardante il Piano di Protezione Civile, fermo al 2011, riattivato con l’Unione dei Comuni. Mancavano le certificazione di prevenzione incendi nelle scuole di San Francesco e Cantalupo, assenti o scaduti gli estintori di alcuni edifici pubblici. Il tutto è tornato a norma e il 20 dicembre 2017 il Piano verrà presentato in un incontro pubblico. Tra le opere portate a termine: l’inaugurazione dei bagni pubblici e dello Spazio Giovani lo scorso marzo, lo spostamento dell’Informagiovani nei locali della biblioteca e l’avvio di corsi di lingua araba e di mediazione culturale per italiani e stranieri oltre ai corsi per il diploma di terza media. In quest’anno e mezzo largo spazio è stato dato ai volontari e grazie a loro sono tanti i risultati raggiunti come l’iniziativa AMA Bevagna (attività di pulizia della città e del territorio), la fruibilità di Palazzo Lepri in tutti i suoi spazi, l’avvio della sistemazione del Teatro con lavori di messa in sicurezza e dell’Archivio con i lavori per effettuare lo spostamento da Cantagalli a Palazzo Lepri. Realizzata , come da programma, la Convenzione quadro per i servizi di area vasta con la Provincia di Perugia, rimanendo in tema convenzioni è stata firmata anche quella per la collocazione delle tre centraline grazie alla collaborazione con il Comitato per la Difesa delle Acque, l’ARPA e la Bonifica Umbra. Tra le questioni a rischio che sono state risolte con successo: il fotovoltaico a Cantalupo, il Servizio Polizia Municipale Comunale dal 1° Aprile 2017 è tornato sul territorio, risolta la copertura dell’amianto in via Sant’Anna e scongiurata la cancellazione all’associazione I borghi d’Italia (per mancata partecipazione dal 2014 al 2016). Diverse le iniziative sul territorio che hanno interessato le frazioni di Cantalupo, Castelbuono, Torre del Colle e Limigiano: dal rifacimento di alcune strade alla segnaletica, dalla sistemazione dell’acquedotto al tetto del Centro Polivalente.

Attenzione alta agli ambiti del turismo, della cultura e dello sport: da ricordare la Crono del Sagrantino che, oltre a promuovere il territorio, ha permesso interventi di sistemazione di alcune strade. Dopo il sisma dello scorso anno il turismo ha subito una flessione del 70 per cento e in un’ottica di sviluppo Bevagna ha aderito ad un progetto di promozione unitaria del territorio con i sindaci di Spello, Montefalco e Trevi. Il borgo è stato scelto come location per un videoclip con il Dj Armin Von Buuren, che ha superato le 15 milioni di visualizzazioni su youtube e tante sono le troupe che hanno selezionato Bevagna per diverse registrazioni, dalla Stand by me, alla troupe Rai Kilimangiaro fino alla Disney. Per preservare e promuovere la nostra cultura, favorendo la conoscenza di bevanati illustri è stato lanciato il “Festival della Commedia all’Italiana Mario Mattoli”, “Ricordo di Elsa De Giorgi – Laboratorio di Arti Sceniche e tecnologie avanzate”, la Mostra Permanente di Carlo Frappi in Palazzo Lepri e la commemorazione della figura di Palmieri. Tanti i bandi a cui l’Amministrazione ha partecipato, molti sono quelli andati a buon fine, a parte quelli finalizzati alla sistemazione del Campo dei frati (assegnati dei finanziamenti che poi, a causa del terremoto, sono stati destinati ad altro) e per risistemare gli Impianti Sportivi (il bando è andato deserto e si sta lavorando alla presentazione di uno nuovo). Il totale dei finanziamenti ottenuti è di circa 5 milioni di euro: “Adesso che abbiamo la possibilità di usufruire di queste risorse – spiega la Falsacappa – dobbiamo realizzare qualcosa di visibile per trasformare il nostro territorio. Ci impegneremo per concretizzare al meglio i progetti finanziati e spendere responsabilmente le energie a disposizione. Quello che mi preme, che ci preme, è che la comunità e l’Amministrazione comunichino per analizzare insieme quali sono le priorità e realizzare così opere che rafforzino tutto il territorio. Continueremo ad incontrare i cittadini perché è attraverso il confronto, la collaborazione e la coesione sociale che possiamo fare la differenza e riuscire a realizzare qualcosa di importante”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.