Caso Rocchetta, Minelli: “Pronti ad intervenire se l’azienda se ne andasse da Gualdo”

GUALDO TADINO – La vicenda Rocchetta e del suo eventuale investimento tiene banco. E’ paventata l’idea che la Rocchetta possa andarsene, così scendono in campo alcuni “capitani coraggiosi”. Uno di questi è Matteo Minelli, imprenditore e patron di Ecosuntek e Birra Flea.

Ecco la lettera aperta di Matteo Minelli:

Come noto il nostro territorio sta vivendo ormai da tempo un periodo di grande criticità.

In questo contesto, con grandi difficoltà e sacrifici, con le aziende del nostro Gruppo abbiamo continuato ad investire nella nostra Città ed abbiamo intenzione di continuare a farlo anche per i prossimi anni.

Gualdo Tadino è sicuramente un luogo “complicato” dove fare impresa, ma dall’altra parte, come tutti iborghi italiani, è un luogo speciale, ricco di tradizioni, cultura e soprattutto di persone per bene che vogliono rimboccarsi le maniche, abituate storicamente al sacrificio.

Leggo, con un po’ di rammarico, che la vicenda delle acque minerali legata alla Rocchetta sembra non trovare una definizione.

Voglio innanzitutto premettere che il mio augurio è quello che la vicenda si possa definire in tempi brevi eche l’investimento possa trovare il suo compimento.

Tuttavia, qualora questo non accada, Rocchetta ha palesato la possibilità di andare via da Gualdo Tadino e di investire altrove.

Avendo molto a cuore la nostra Città, conoscendone le difficoltà economiche e sociali, voglio annunciare pubblicamente che qualora la Rocchetta prenda questa decisone (legittima), il sottoscritto è disponibile a mettersi in gioco valutando un progetto di sviluppo che permetta ancora a Gualdo Tadino di portare la propria acqua in tutto il mondo e soprattutto che possa dare occupazioni e ricadute positive per il nostro territorio.

Tutto questo, ovviamente, lo farei con il massimo rispetto di tutti i soggetti in gioco, salvaguardando gli aspetti legati alle ricadute sul territorio che devono ovviamente essere conciliati con quelli dei giusti profitti di un impresa.

Resterò quindi alla finestra per vedere cosa succederà!”

Gualdo Tadino 7 febbraio 2019

Matteo Minelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.