Europee, Bartolini: “La sinistra coniughi uguaglianza e solidarietà”

PERUGIA – Prime analisi del voto. Una di quelle pesanti, effettuata su Facebook, è quella dell’assessore regionale Antonio Bartolini, professore universitario. “La Vittoria di Salvini è’ inequivocabile – dice con un post sui social – Ho l’impressione che il tema della eguaglianza sia passato dalla sinistra alla destra sovranista. Al centro infatti c’è’ la questione della discriminazione alla rovescia, per cui i cittadini si sentono trattati in maniera peggiore di chi viene da fuori”.

“Le politiche (meglio: le non politiche) immigratorie e di falsa integrazione hanno scatenato un senso di diseguaglianza: il cittadino italiano si chiede, perché io che non ce la faccio a pagare il mutuo, ad arrivare a fine mese, vedo assegnare risorse pubbliche all’immigrato e non a me che ho bisogno ? A queste risposte la sinistra ed il PD non ha risposto. Il reddito di cittadinanza sembrava una risposta: ma la sua attuazione ha fallito miseramente. Per cui il popolo sovrano vuole con questo voto riappropriarsi della propria sovranità. Dopo di che il rischio è quello di pagare a caro prezzo sul fronte dei diritti di libertà e di solidarietà: ma oggi la ricetta di Salvini (che io non condivido) sembra l’unica idonea a ristabilire l’eguaglianza. Alla sinistra l’arduo compito di comprendere le ragioni di questo voto ed offrire ricette che coniughino eguaglianza a solidarietà”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail