Faurecia: 15 uscite incenivate per fare largo ai giovani L'azienda si piazza al secondo posto, subito dopo Ast, per la produzione di marmitte per grandi case automobilistiche

TERNI – Quindici lavoratori anziani in uscita volontaria e incentivata e quindici lavoratori giovani in entrata. Queste le novità che arrivano dalla Faurecia, ex Zeuna Starker, che conta 340 occupati, e si piazza al secondo posto, dopo Ast, per produzione di tubi marmitte per grandi marchi automobilistici.

In Faurecia, prima committente del gruppo Fiat, le assemblee dei lavoratori hanno dato il via libera all’ipotesi di accordo sottoscritta, che vedrà nei mesi prossimi, da parte aziendale, l’attivazione di una procedura volontaria di uscita incentivata finalizzata ad un ricambio generazionale e professionale.

Da subito saranno inseriti nel ciclo produttivo di Faurecia nuovi lavoratori, che andranno ad incrementare la forza lavoro, a fronte del piano industriale di sviluppo già attuativo che l’azienda sta portando avanti. Parte dei contratti attualmente a tempo determinato saranno trasformati in tempi indeterminati.

Nella nota di Fim, Fiom e Uilm, i sindacati credono che l’insieme di queste operazioni, siano l’esempio di come

investimenti, progetti e innovazione non sempre portano a razionalizzazioni, ma possano al contrario essere l’opportunità per crescere e creare nuovo lavoro.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta