Ferragosto in Valnerina tra tradizione, natura e arte

In Valnerina fili invisibili, forti ed antichi, legano la natura all’arte. Fili che si integrano in vari modi e forme diverse attraverso il tempo. Fili legati dal grande tessitore che è l’uomo. D’estate la Valnerina torna a ripopolarsi ed è un pullulare di sagre, spettacoli musicali, teatrali, di danza, cinema, iniziative sportive e folcloriche per non parlare poi mostre di pittura e di fotografia.

Varietà di stimoli che partono dalle diverse iniziative e vogliono spingere l’individuo, dolcemente come un vento piacevole, verso quella leggerezza della pensosità di cui parlava Italo Calvino, contrapponendola alla leggerezza della frivolezza. Scrutando nel profondo delle infinite iniziative estive si scoprono autentiche chicche per le quali ci si può anche lasciare andare in un sincero “vale la visita”.

A NORCIA a Ferragosto (ore 21:30) arrivo sulla piazza di Norcia de ‘Il Principe’, come è stato soprannominato il cantante Maurizio Vandelli, uno dei membri storici e voce leader del gruppo Equipe 84.

Dal 13 al 15 agosto, sempre alle ore 11:00, l’iniziativa ‘Lumen Fidei’ consentirà di effettuare una passeggiata guidata tra le vie del centro storico di Norcia alla scoperta delle chiese ma anche del museo della Castellina e del Criptoportico romano di porta Ascolana.

 

Negli altri comuni della Valnerina molteplici sono le iniziative a cominciare da POGGIODOMO, il comune umbro più piccolo del territorio regionale ma anche il più alto della Valnerina, dove è possibile effettuare escursioni nel Parco Geologico realizzato grazie all’impegno finanziario del Consorzio del Bacino Imbrifero Montano ‘Nera e Velino’ per valorizzare la vocazione dei territori di competenza. Il territorio della Valnerina – e in particolare il gruppo Monte Coscerno – per la continuità del paesaggio geologico, rappresenta un grande laboratorio a cielo aperto dove è sempre possibile sperimentare l’emozione dell’analisi geologica del territorio.

 

CASCIA il giorno di Ferragosto si tinge di rosa con “Ferragosto Rosa”, un ricco calendario di appuntamenti che prevede alle ore 17.30 in piazza Garibaldi la sfilata delle creazioni del Mo.i.ca., musica itinerante con artisti di strada e l’’AperiRosa’ in tutti i bar aderenti, con logo esposto. Alle 20.30 è prevista anche la ‘CenaRosa’ in tutti i ristoranti aderenti, con logo esposto. Dalle ore 21.30 la ‘Notte Rosa’ propone musica nelle diverse piazze del centro storico; lo spettacolo della Tribute band ufficiale di Mia Martini “Canto Mia Band” e dalla mezzanotte il Dj Faust.T alla consolle.

Dal 12 al 15 agosto a CERRETO DI SPOLETO si terrà la XXXI edizione della Sagra del fungo porcino e champignon: tutti i giorni stand gastronomici e musica all’aperto saranno i protagonisti dell’evento organizzato dalla pro-loco di Borgo Cerreto. Il 15 agosto, inoltre, in piazza Pontano, Cerreto di Spoleto darà vita alla ‘Tombolata di ferragosto’, una divertente occasione per stare insieme divertendosi con il tradizionale gioco da tavolo nato a Napoli nel XVIII secolo come alternativa casalinga al gioco del lotto. Un grandioso spettacolo pirotecnico, la sera del 15 agosto, concluderà la Sagra del fungo a Borgo Cerreto.

MONTELEONE DI SPOLETO il 15 agosto rivive il ‘corteo storico e palio’, una rievocazione storico rinascimentale organizzata dall’Associazione Onlus Archeoambiente.

A VALLO DI NERA grazie a “Festivallo” i cittadini tutte le sere che precedono il Ferragosto potranno cimentarsi nel karaoke in piazza Durante e degustare i prodotti tipici presso la locanda di Cacio Re. Durante Festivallo si terrà inoltre la Mostra di pittura “Tracce d’arte umbra a Vallo di Nera” con la partecipazione di Linda Lucidi, Donatella Tomassoni, Mariolina Savino, Elisabetta Grappasoni, Giuliana Baldoni e Massimo Fusconi.

A PRECI, presso l’abbazia di Sant’Eutizio o al museo della scuola chirurgica preciana (presso il palazzo comunale) sono conservati strumenti, documenti e reperti dei ‘cerusici’ preciani, i pionieri della moderna chirurgia. L’amministrazione comunale sta lavorando alacremente, in collaborazione con la Soprintendenza archivistica dell’Umbria e delle Marche, su un progetto finalizzato a disegnare la ‘mappa dei chirurghi preciani’ che consentirà di realizzare una trasposizione interattiva on-line su Google maps e Google earth. Il tutto verrà presentato alla fine di agosto.

Altra proposta da non perdere è la visita al museo della canapa di SANT’ANATOLIA DI NARCO, un luogo d’incontro, scambio di pratiche e trasmissione di competenze in cui il progetto tessile costruisce opportunità di dialogo tra istituzioni, nuove generazioni, detentori della tradizione e apprendisti tessitori. Protagonista è il ciclo della canapa, fino alla metà del Novecento diffusa in tutta l’Umbria, sia nelle zone del fondovalle che nelle zone montane.

Insomma, è bene che tutti lo sappiano: la Valnerina è una terra bella e singolare, una terra generosa di gusto, eventi e tradizioni ma anche ricca di arte, di storia e di natura. Scoprirla sarà sicuramente piacevole e di grande soddisfazione.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.