Foligno, futuro Quintana, Metelli: “Rifondare rapporto con la città” Convocati gli Stati generali: è la prima volta in 70 anni di storia. Chiamata a raccolta tutta la comunità

FOLIGNO – C’è grande attesa a Foligno per gli Stati generali della Quintana, convocati per la prima volta nella storia della manifestazione e cioè in settant’anni. L’evento serve a rifondare il rapporto con la città per guardare a un nuovo futuro, che rilanci lo spirito della Giostra coinvolgendo un po’ tutta la comunità regionale. “Il 23 marzo, all’Auditorium San Domenico – afferma il presidente dell?ente Giostra Domenico Metelli – scriveremo insieme una pagina fondamentale nella storia della Giostra della Quintana e nessuno può mancare”. Sarà un incontro tra il popolo della Quintana, le istituzioni, le forze economiche e sociali per riflettere e tracciare le linee guida per il futuro della manifestazione, che dopo settanta anni ha mantenuto inalterato il suo carattere di grande festa cittadina e di collante del tessuto sociale.
“Un momento fondamentale per ritornare alle radici della Giostra – rileva Metelli – riscoprirne l’anima e le motivazioni profonde, rifondare e rinnovare i rapporti con la città e le sue maggiori istituzioni a partire dalla massima assise cittadina. Insieme – continua – vogliamo ripercorrere la storia ed i valori della manifestazione e sottolineare, ancora una volta, la capacità della Quintana di produrre cultura, socialità, promozione ed identità non solo per il nostro territorio, ma per tutta la regione. Un momento di confronto per fissare insieme obiettivi sempre più ambiziosi. Con la Quintana – conclude Metelli – Foligno è diventata più città ed il popolo della Quintana ha svolto un ruolo fondamentale reagendo ai terremoti, alla crisi e alle disgregazioni caratterizzando i Rioni come poli di concreta aggregazione”.
All’evento del 23 marzo interverranno la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, il numero uno della Camera di Commercio di Perugia, Giorgio Mencaroni, il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, il vescovo, monsignor Gualtiero Sigismondi, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, Gaudenzio Bartolini, e Paolo Dalla Sega, professore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. A fare gli onori di casa, il presidente dell’Ente Giostra, Domenico Metelli, e il Decano dei Priori, Alessio Castellano. L’incontro si concluderà con la firma del documento d’impegno solenne degli “Stati Generali della Città di Foligno per la Giostra della Quintana”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>