Foligno, vertenza Fils, i lavoratori accettano il cambio di contratto

FOLIGNO – Novità a Foligno per la vertenza Fils, la società di servizi e manutenzioni partecipata dal Comune, attualmente in liquidazione. Quasi tutti i lavoratori, 28 su 36, hanno accettato il cambio di contratto proposto dal nuovo piano industriale e ora si attende di conoscere la posizione dell’amministrazione comunale.
Lo fanno sapere i sindacati, in una nota diffusa da Andrea Russo di UIL FPL, Ivo Ceccarini FP CGIL, Ubaldo Pascolini FP CISL: “Dopo l’assemblea tenuta la scorsa settimana e la comunicazione al Liquidatore Unico ed al Sindaco dell’accettazione del cambio di contratto da parte di 28 dipendenti su 36, i lavoratori sono in attesa di conoscere la posizione che verrà assunta dalla FILS e dal Comune di Foligno.
FP CGIL, FP CISL e UIL FPL, consapevoli che la Giunta ha deliberato lo scorso 30 agosto, ossia prima di conoscere i risultati dell’assemblea, una ricognizione straordinaria delle società partecipate che prevede la liquidazione della società FILS, confidano in un ulteriore approfondimento sia da parte della Giunta che del Consiglio Comunale alla luce della nuova posizione di ampia apertura che i lavoratori hanno assunto per venire incontro alla difficoltà espressa dal Sindaco durante i lavori della Prima Commissione del 23 agosto a fare scelte diverse sa quelle contenute nel Piano Industriale predisposto dal Prof. Ferranti. A questo punto i lavoratori, anche se amareggiati ed ancora convinti che la proposta sindacale fosse la scelta migliore per cittadini, servizi e dipendenti, hanno fatto la propria parte. FP CGIL, FP CISL e UIL FPL chiedono ora alla Giunta ed al Consiglio Comunale di fare tutto il possibile per salvare la propria società multiservizi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.