Il Comune di Perugia fa cassa con le multe

PERUGIA – Il Comune di Perugia incassa 6,3 milioni di euro dalle multe effettuate e riscosse nel 2016. L’accertamento delle sanzioni, in riferimento a quelle del 2015, fa registrare un incremento del 12,5 per un valore di 800 mila euro in più. Tali dati emergono dal Bilancio preventivo del 2017 che il Collegio della Corte dei Conti ha enunciato con una relazione che fa il punto della situazione sugli accertamenti degli ultimi tre anni. Nel 2014 il dato riportava la cifra 5,48 milioni di euro, nel 2015 invece 6,26 milioni. Il trend riporta quindi una crescita degli incassi provenienti dalla voce contravvenzioni stradali. Questi numeri, va specificato, si riferiscono agli importi accertati e non a quelli incassati. Infatti quello che ormai succede e che rappresenta quasi una statistica veritiera, è che in genere solo la metà delle multe viene onorata. Il Sindaco Romizi quindi ha trovato in questa voce, dal’inizio del suo mandato, un buon escamotage per fare cassa. Del resto il rigore è ciò che si pretende da un’amministrazione comunale. E se ci sono le infrazioni, è bene che venga comminata la giusta sanzione. Pertanto, sulla base dei numeri riportati dalla Corte dei Conti, nel 2016 sono state effettuate 3mila multe in più rispetto all’anno precedente. Di queste circa mille derivano dalle rilevazioni tramite autovelox o tele laser, a testimoniare di un’impennata delle violazioni del codice della strada con 67.505 multe in più rispetto alle 64.828 dell’anno precedente. Cresciute anche le multe per divieti di sosta o accesso nelle zone a traffico limitato dei centri storici che arrivano quasi a 8mila. Una significativa crescita delle infrazioni è poi data dall’eccesso di velocità che vede schizzare a un più 700% i limiti infranti e le relative multe accertate. Non l’ha fatta franca nemmeno chi è passato con il rosso:  grazie ai dispositivi e ai rilevatori elettronici i numeri parlano di 600 multe in più. Crescono i dati anche per chi è stato colto alla guida facendo uso del telefonino; 109 persone nel 2015 contro 217 del 2016. Insomma, sul fronte delle multe, il Comune di Perugia non sembra sia intenzionato a fare sconti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.