Indennità dei medici, Brega e Smacchi: “Ecco perché abbiamo votato sì”

“Un voto convinto, ispirato e giusto. Senza entrare nei tecnicismi della questione, ho ritenuto importante ribadire la necessità di corrispondere l’indennità di esclusività ai medici del servizio sanitario regionale a salvaguardia del loro ruolo e delle loro funzioni”. Così il presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Eros Brega, spiega il suo voto a sostegno della mozione presentata dalla consigliera del Nuovo centrodestra, Maria Rosi.

“Ritengo che la corresponsione dell’indennità – aggiunge Brega – sia un atto dovuto e giusto nei confronti dei  lavoratori che prestano un’opera così importante per la collettività. Si tratta di un principio che ho ritenuto di difendere a prescindere dal soggetto politico che ha promosso l’iniziativa. Su temi di interesse generale che entrano nel vivo delle questioni, credo infatti che si debba avere il coraggio di superare le ideologie e di riconoscere e sostenere eventuali iniziative mirate a dare risposte concrete entrando nel cuore dei problemi. Con questo spirito – conclude – sosterrò eventuali altre azioni che mirino al bene comune, come sempre ho fatto”.

A fare eco al presidente, il consigliere regionale del Pd, Andrea Smacchi, che insieme a Brega ha votato la mozione dell’opposizione.

“Quando si tratta di difendere i diritti di chi lavora, specie in un settore delicato come quello della sanità, non esiste barriera ideologica. I medici – dice Smacchi – rivendicano il diritto alla corresponsione di quell’indennità, una richiesta legittima che mi sento di sostenere con convinzione, al di là del promotore dell’iniziativa. Ci sono temi, infatti, sui quali non ci si può barricare dietro l’ideologia. Ritengo che sulle questioni che riguardano più da vicino i cittadini e i lavoratori – conclude Smacchi – occorra guardare all’obiettivo finale: il perseguimento e la salvaguardia del bene comune, piuttosto che la difesa di posizioni precostituite”.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>