Istituto Volta, Rita Coccia: “Perugia lezioni distanza per sicurezza”

PERUGIA – “Ogni giorno 14 classi, circa 400 studenti, resteranno a casa e faranno didattica a distanza. Solo così potrò alleggerire il numero delle presenze all’interno del nostro istituto che è il più grande dell’Umbria”. E’ quanto dichiarato da Rita Coccia, dirigente dell’Istituto tecnico tecnologico statale Volta di Perugia, all’Ansa Umbria.

“Abbiamo – prosegue – circa 1.800 studenti, 220 docenti e una cinquantina di figure Ata, praticamente siamo una cittadella e convivere in tutti gli spazi in questa situazione non è semplice. A cominciare ad esempio dalla palestra”. L’educazione fisica sarà, infatti, una delle materia che verranno insegnate a distanza, così come religione. “In questo caso – precisa la dirigente – si viene a creare il problema di gestire chi sceglie di non fare religione e questo comporta l’unione di vari studenti da più classi e non è consigliato”.

Le altre materie da spiegare a distanza saranno decise, invece, nei prossimi giorni. Sul fronte mascherine Rita Coccia è categorica e dichiara all’Ansa: “dovranno essere indossate da tutti negli spazi comuni”.