La Madonna del Rosario di Pompei fino a domani a Terni, tante le celebrazioni

TERNI – Tantissimi fedeli hanno accolto l’immagine pellegrina della Madonna del Rosario di Pompei, in diocesi fino a domani per le celebrazioni in onore del venerabile Giunio Tinarelli nel 59esimo anniversario della morte, avvenuta il 14 gennaio 1956.

Un avvenimento, promosso dalla Diocesi, dall’Unitalsi e dal Centro Volontari della Sofferenza, che rinnova la devozione alla Madonna che ha avuto un ruolo privilegiato nella spiritualità di Tinarelli, il quale trovava il suo paradiso nell’andare pellegrino nei santuari mariani.

Particolarmente significativa e partecipata è stata la preghiera del Rosario nel carcere di Terni, dove l’immagine della Madonna è stata portata giovedì mattina. Nel campo sportivo all’interno della casa circondariale numerosi detenuti, agenti di polizia penitenziaria, il direttore del carcere Chiara Pellegrini e alcuni assistenti hanno partecipato alla recita del Rosario, guidata dal cappellano padre Rino Morelli e dai sacerdoti di Pompei che guidano la missione mariana in diocesi, e alla preghiera della supplica di Pompei e al saluto personale alla Madonna.

Ad Amelia l’icona della Madonna del Rosario ha fatto visita anche ai giovani della Comunità Incontro di Molino Silla dove è stata celebrata la Messa e recitato il Rosario da parte di tanti ospiti della Comunità, tradizionalmente molto legata al santuario di Pompei.

A Narni l’immagine della Madonna del Rosario è giunta nel pomeriggio di ieri, venerdì, accolta nell’ospedale cittadino, da qui in processione fino alla Cattedrale trasportata a spalla da una rappresentanza dei lavoratori della Sgl Carbon. Un segno di devozione e di affidamento nella preghiera a Maria della difficile situazione che stanno vivendo i lavoratori della fabbrica narnese e le loro famiglie.

La missione mariana prosegue oggi con l’arrivo dell’icona presso l’ospedale Santa Maria di Terni, dove alle 12 è stata celebrata la santa messa in cappella. Durante la giornata si susseguiranno diversi momenti di preghiera fino a tarda sera prima nel convento delle Carmelitane scalze e dalle 16 nella Cattedrale di Terni.

Domani i momenti di preghiera saranno dedicati principalmente al venerabile Giunio Tinarelli. Alle 9.30, presso il Museo Diocesano ci sarà, infatti, una commemorazione in suo onore, le recita del santo Rosario di Pompei, la supplica e la santa messa. Concluderà giornata la solenne celebrazione in ricordo di Giunio Tinarelli alle 17 presieduta da mons. Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni-Narni-Amelia. Alle 18.00, l’Icona partirà per il rientro in Basilica, a Pompei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.