Perugia 1416 spostata a sabato, insorgono le Gaite di Bevagna Il Podestà: “Scelta ingiustificabile, serve tavolo regionale per eventi”. Malumori anche a Foligno: la manifestazione perugina coincide con la Quintana

La decisione del Comune di Perugia di rinviare, causa maltempo della scorsa settimana, a sabato 18 giugno la sfilata del corteo storico e la disputa dell’ultima sfida tra i rioni per aggiudicarsi il Palio, ha mandato su tutte le furie le Gaite di Bevagna, in programma dal 16 al 26 giugno. E creato diversi malumori anche a Foligno, dove si proprio sabato sera si disputa la Giostra della Quintana del Settantennale.
A prendere ufficialmente posizione è il Podestà delle Gaite, Angelo Santificetur (nella foto, in costume), con un duro sfogo.
“Il Mercato delle Gaite – afferma Santificetur – si svolge da oltre trent’anni in un periodo ben conosciuto, a livello regionale e nazionale, troviamo pertanto ingiustificabile, la scelta di programmare nuovi eventi, dimostrando mancanza di strategia nella gestione regionale e comprensoriale del settore”.
“Chiederemo ufficialmente la costituzione di un tavolo regionale, anche perché – continua il Podestà – lo scorso anno il sindaco di Foligno ci invitò a a far parte di una cabina di regia territoriale per la promozione degli eventi, che non ebbe più seguito. Non siamo contro altri eventi o città – spiega ancora Santificetur – anzi vogliamo lavorarci insieme per una valorizzazione reciproca, come abbiamo fatto in sinergia col Calendimaggio di Assisi. Perugia ha fissato la sua rievocazione nel giorno del nostro Banchetto Medievale ed ora si accavallerà anche col primo sabato del programma. Trevi e Montefalco organizzeranno la Notte Romantica la serata precedente il finale del Mercato delle Gaite, e come se non bastasse, questo week end ci saranno corteo storico e giostra della Quintana a Foligno, dove domenica si svolgerà pure la Cena in Bianco. A questo punto anche noi possiamo valutare l’idea di prolungare il periodo di festa”.
Anche a Foligno sono in tanti a non aver digerito la sovrapposizione di Perugia 1416 con la Giostra della Sfida. Finora nessuna presa di posizione ufficiale da parte della manifestazione, anzi il presidente dell’Ente Giostra, Domenico Metelli, aveva espresso belle parole per l’evento perugino, ma nei rioni le critiche e i malumori sono tanti.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta