Perugia, ecco i vincitori del premio “Raccontami l’Umbria” Premiazione durante la prossima edizione del Festival Internazionale di Giornalismo

PERUGIA – Proclamati i vincitori dell’ottava edizione del premio internazionale di giornalismo ‘Raccontami l’Umbria – Stories on Umbria’, organizzato dalle Camere di Commercio di Perugia e Terni. Trionfa l’Australia con Michael Turtle nella sezione ‘Turismo-Ambiente-Cultura’.

L’Italia è stata invece premiata con Emanuela Casentini per la sezione ‘Video’, Jacopo Cossater per ‘Mestieri-Imprese-Prodotti’ e Roberto Giacobbo, giornalista di Rai 2, cui è andato un premio speciale.
Di livello, secondo la giuria presieduta da Bruno Gambacorta, anche il lavoro dei giovani della Scuola di giornalismo radio televisivo di Perugia. Per questa nuova sezione dedicata alle scuole di giornalismo vincono Francesco Bonaduce, Cristiana Mastronicola ed Elena Testi.

La cerimonia di premiazione dei vincitori si terrà il prossimo 7 aprile a Perugia nell’ambito del Festival internazionale del giornalismo 2017. Le candidature di giornalisti, scrittori, autori e produttori video, blogger e web writers sono arrivate da tutta Italia, per la maggior parte, ma anche da altre parti del mondo e si sono distinti Gran Bretagna, Germania, Stati Uniti, Australia. “La risposta che ci è arrivata da tutto il mondo – afferma in una nota il presidente di giuria Gambacorta – testimonia il vasto e qualificato interesse mediatico che in questi anni il premio ha saputo costruirsi, con candidature realmente di livello”.

Tra i componenti della giuria anche i presidenti delle Camere di Commercio di Perugia e Terni Giorgio Mencaroni e Giuseppe Flamini. “Non abbiamo mai abbassato il livello delle nostre selezioni – sottolinea Mencaroni – e con il concorso abbiamo dato corpo al desiderio di promuovere nel mondo le nostre eccellenze, una terra, una storia, una cultura, i caratteri distintivi di un sistema produttivo di grande valore. Oggi possiamo dire, senza falsa modestia, che il premio è divenuto un brand autorevole e riconosciuto in tutto il mondo”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta