Perugia, lo scippatore di via della Pallotta resta in carcere Il Riesame respinge la richiesta delle difese temendo il pericolo di fuga

PERUGIA – Abdallah Ardouni, marocchino fermato con l’accusa di essere il responsabile dello scippo mortale di Loredano Maranini in via della Pallotta, resta in carcere. Il Tribunale del riesame ha rigettato la richiesta della difesa poiché ci sarebbero rischi di reiterazione del reato e pericolo di fuga. Non pochi gli indizi contro il marocchino, tra il Dna sulle sigarette fumate dall’uomo a quello trovato sulla bretella del borsello. A sorreggere la tesi degli inquirenti le immagini delle telecamere del Comune e alcune intercettazioni telefoniche.

Le indagini prima si erano focalizzate sulla figura di uno spacciatore marocchino, rilanciato per mancanza di indizi. Ardouni è stato fermato lo scorso18 febbraio a Parma, da dove sarebbe tornato in Marocco, dal quale era arrivato per risolvere un problema con il bancomat.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>