Regionali 2015, Pd di Spoleto decide di sfilarsi: dirigenti, segretari e direttivi pronti ad autosospendersi

SPOLETO – Il Pd di Spoleto “sente di non essere in grado di affrontare la campagna elettorale con l’energia e la convinzione necessarie”. Lo dicono, in una nota congiunta, i direttivi dei cinque circoli del Pd spoletino “alla luce dell’umiliante esclusione di propri rappresentanti nella lista del Pd a sostegno della candidatura di Catiuscia Marini alla presidenza della Regione Umbria”.
Secondo il Pd spoletino, “la decisione di non candidare un rappresentante della quinta città dell’Umbria è ritenuta inaccettabile perché non solo toglie dignità al Pd di Spoleto, ai suoi dirigenti, agli iscritti e agli elettori della città, ma anche al progetto per l’Umbria che deve guardare ai territori con lungimiranza e saggezza”.
La richiesta del Pd di Spoleto è dunque di “riconsiderare la candidatura di un o una rappresentante della città di Spoleto e per questo di riconvocare l’assemblea regionale del partito affinché tale istanza venga accolta”. Se questo non avverrà, i segretari dei circoli, dirigenti e membri dei direttivi “si autosospenderanno a ridosso della data del 30 aprile, ultima utile per superare il grave strappo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.