Sgominata la “banda del caffè” a Perugia Le forze dell’ordine hanno arrestato cinque cittadini rom accusati di aver compiuto già dal 2016 una serie di rapine, scippi e furti

PERUGIA – l’operazione “Voleur” (che in francese significa ladro) condotto dalle forze dell’ordine della provincia di Perugia, ha portato all’arresto di cinque cittadini di etnia rom (uno in carcere e quattro ai domiciliari) mentre tre restano ricercati in Italia e all’estero, per un totale di otto provvedimenti cautelari emessi. La cosiddetta “banda del caffè”, così chiamata perché i malviventi erano soliti prendere il caffè nel solito autogrill prima di effettuare ogni colpo, aveva la base abitativa nel perugino, in particolare il capo e alcuni parenti dimoravano in un’abitazione in zona Fonticoperte. Grazie alle immagini registrate dalle telecamere, incrociate con l’analisi della geolocalizzazione dei reati, la polizia scientifica è stata in grado di fornire alla Mobile elementi importanti per identificare i delinquenti. «L’aumento dei reati contro il patrimonio a fine estate scorsa – spiega il questore Francesco Messina durante la conferenza stampa insieme al capo e al vicecapo della Mobile, Virgilio Russo e Piero Corona  – ci ha indotto a far partire il progetto ‘Voleur’ che, ad oggi, ha portato a un calo dei furti del 10 per cento a Perugia città, del 5 per cento in provincia, del 45 per cento delle rapine in città e del 37 in provincia». L’indagine, iniziate nel dicembre 2016 e scaturita a seguito di una serie di reati che vanno dai furti fino alle rapine di anziani, portate avanti in collaborazione con i reparti operativi e settori investigativi della polizia di Stato per fermare questa scia di reati contro il patrimonio, dopo otto mesi ha portato i suoi frutti. Il potenziamento delle pattuglie sul territorio ha consentito l’incremento delle persone controllate (24.722) e dei veicoli (15.747) che, per il questore «ha avuto un sicuro effetto deterrente nella commissione della più frequente tipologia di reati predatori». L’effetto deterrente è stato verificato con un calo di colpi nelle giornate di controllo di quel territorio specifico. Complessivamente  il progetto “Voleur” ha portato a 94 denunciati (23 dalla squadra mobile, 30 dalla Volante e 41 dai commissariati) e 46 arrestati (23 dalla Mobile, 18 dalla Volante e 5 dai commissariati). Questi dati snocciolati dal Questore indicano una riduzione del numero dei furti in città del 10% , del 5% nel dato provinciale; per le rapine del 45% in città e del 37% nel dato provinciale.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>