Spoleto, centinaia di persone al funerale di Adele. Il parroco: “Ragazza allegra e solare, ora farà festa in cielo”. In lacrime amici e compagni di scuola

SPOLETO – Una folla commossa ha partecipato, oggi pomeriggio a Spoleto, al funerale di Adele Bocchini (nella foto tratta dal profilo Facebook), la diciassettenne morta la mattina del 31 dicembre per un terribile incidente stradale, avvenuto sulla strada che collega Spoleto con San Giovanni di Baiano. Il rito funebre è stato celebrato nella basilica di San Pietro, gremita di amici, parenti, conoscenti, compagni di scuola della ragazza. Centinaia di persone, che si sono strette attorno al dolore dei familiari, tentando di lenirlo. La messa è stata presieduta da monsignor Luigi Piccioli, vicario arcivescovile, che prima ha voluto incontrare in privato i genitori di Adele. “Una ragazza allegra e solare – ha detto durante l’omelia – che cercava la felicità e che ora farà festa in cielo insieme al Signore, che per ognuno di noi ha disegnato un percorso: questo è quello scelto per Adele”. Riferendosi a un brano del Vangelo in cui si parla di Gesù che aderisce alla volontà del Padre per realizzare la propria vita, monsignor Piccioli ha invitato i tanti giovani presenti a “percorrere questa strada per trovare la vera felicità, inseguendo i veri valori della vita”.
Alla guida dell’auto in cui ha perso la vita Adele, c’era una sua amica di 18 anni, A. A. le iniziali, ricoverata all’ospedale di Foligno, in prognosi riservata. La giovane ha riportato lesioni interne e traumi gravi ed è stata sottoposta a un delicato intervento. Le condizioni sono stabili e tra i medici trapela un cauto ottimismo, anche se la ragazza resta in pericolo di vita.
Intanto per far chiarezza sulle cause dell’incidente, determinato da uno scontro frontale con un’altra auto guidata da uno spoletino di 50 anni, la Procura della Repubblica di Spoleto ha aperto un’inchiesta. I magistrati vogliono capire se ci sono responsabilità sui livelli di sicurezza di quel tratto di strada, notoriamente pericoloso.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>