Terni, bar frequentato da pregiudicati: il Questore mette i sigilli ad un locale in via Carrara

TERNI – Un locale punto di ritrovo di persone pregiudicate e pericolose. Pochi giorni fa, al suo interno, era stato arrestato un dominicano per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Domenica mattina il questore, Carmine Belfiore, ha disposto la chiusura del bar.

Nello specifico è stata sospesa per 10 giorni la licenza di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande ed ogni altra licenza accessoria e complementare per il titolare dell’esercizio di via Carrara.

Nella serata di sabato il personale della Polizia di Stato appartenente alla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale ha dato esecuzione al provvedimento del Questore di Terni.

Il provvedimento emesso ai sensi dell’art.100 del TULPS è stato disposto per motivi di ordine e sicurezza pubblica.

Nel corso dei servizi generali di prevenzione finalizzati al controllo degli esercizi pubblici, intensificati anche in riferimento alle segnalazioni pervenute dagli abitanti della zona, il personale della Squadra Volante della Questura ha in più occasioni rilevato la presenza costante nel bar di persone gravate da pregiudizi di polizia nonché di cittadini extracomunitari non in regola con la legge sull’immigrazione.

Nello scorso mese, inoltre, sempre all’interno del bar personale della Polizia di Stato aveva arrestato un cittadino dominicano per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente essendo stato trovato in possesso di alcune dosi di cocaina.

Il provvedimento amministrativo adottato dal Questore comporterà la chiusura dell’esercizio pubblico per la durata di dieci giorni, ovvero a tutto il 19 dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.